Mostre d'arte autunno 2018

Pubblicato il

Nuove grandi mostre in arrivo!

PRENOTAZIONI APERTE
Tel: 02.39469837 | mail info@admaiora.education


Milano, Palazzo Reale | 18 ottobre 2018 - 17 febbraio 2019

Picasso metamorfosi

Affascinato dal sentimento piuttosto che dalla forma, Picasso fa della bestialità e del repertorio mitologico il tema che incontra la sua estetica. Tra i suoi riferimenti ricorrenti mantiene la stranezza di esseri ibridi (fauni, centauri e minotauri) intimamente lacerati tra l’umanità e l’animalità, bene e male, vita e morte. E si incontrano la violenza della guerra come quella della corrida, la fantasia sfrenata e l’erotismo. La mostra si compone di cinque sezioni, con circa 350 opere fra i più grandi capolavori del Museo Picasso, comparati a importanti pezzi d’antiquariato e ad opere che si rifanno ai canoni della bellezza classica.



Milano, Mudec | 20 giugno - 4 novembre 2018

Modigliani Art Experience

Un affascinante racconto, ricostruito attraverso immagini, musiche, evocazioni e suggestioni, che ricompone davanti agli occhi del visitatore l’universo di Amedeo Modigliani pittore e scultore. La mostra, curata da Francesco Poli, si propone come un vero e proprio excursus multisensoriale offrendo al visitatore la scoperta della sua cifra artistica e l’influenza che il primitivismo in particolare la scultura africana, egizia e cicladica, ebbero sul suo lavoro; una vita da bohémien nella sua esistenza da esule livornese nella Montmartre e nella Montparnasse dei primi del Novecento. A impreziosire la visione multimediale, una “sala scrigno”, che ospita alcuni capolavori di arte primitiva africana del XX secolo provenienti dalla collezione permanente del MUDEC e tre ritratti di Modì provenienti dal Museo del Novecento di Milano. Una ‘Infinity room’ chiude il percorso espositivo: alcune delle opere più significative dell’artista si ripresenteranno agli occhi del visitatore in un gioco di scomposizioni e rifrazioni, che non mancherà però di aprirsi con un più classico racconto sulla vita dell’artista e il contesto storico-sociale-culturale in cui situare la sua produzione.



Milano, Mudec | 31 ottobre 2018 - 3 marzo 2019

Paul Klee. Alle origini dell'arte

Non solo pittore, ma anche musicista e teorico, Paul Klee fu una delle personalità artistiche più significative del '900, promotore di diversi gruppi di avanguardia, fu protagonista di un percorso artistico geniale e innovativo. Il progetto del Mudec intende affrontare l'opera di Klee da una prospettiva inedita, con l’obiettivo di collegare l’attività dell’artista al fermento primitivista che ha visto le arti e la cultura etnografiche esercitare una particolare fascinazione sulle avanguardie europee del XX Secolo. Il primitivismo di Klee si estende ben oltre l’imitazione dell’arte africana e oceanica tribale, dando vita ad uno stile originale che, più che come astratto, si configura come una traduzione e trasfigurazione poetica della rappresentazione naturalistica tradizionale.



Milano, Palazzo Reale | 4 ottobre 2018 - 3 febbraio 2019

Carlo Carrà

A trent’anni dall’ultima rassegna dedicatagli a Palazzo Reale, la mostra ripercorre l’intero percorso artistico del Maestro attraverso le sue opere più significative: dalle prove divisioniste ai grandi capolavori che ne fanno uno dei maggiori esponenti del Futurismo e della Metafisica, ai dipinti ascrivibili ai ‘valori plastici’, ai paesaggi e alle nature morte che attestano il suo ritorno alla realtà dagli anni Venti, non senza trascurare le grandi composizioni di figura risalenti agli anni Trenta.



Milano, Mudec | 20 novembre 2018 - 4 aprile 2019

Banksy


Nei primi anni 2000 Banksy è a Londra e comincia a farsi conoscere. In breve i muri della città si animano con i suoi personaggi ironici, pungenti, provocatori, irriverenti. I suoi stencils, immediati e ricorrenti come manifesti pubblicitari, appaiono ovunque, colpiscono al cuore soprattutto le giovani generazioni. La sua arte si manifesta come un’esplicita aspra provocazione nei confronti dell’arroganza dell'establishment e del potere, del conformismo, della guerra, del consumismo. Il suo lavoro rappresenta ormai un segno distintivo della città di Londra.