Milano, Mudec

Roy Lichtenstein

1 maggio - 8 settembre 2019

Il MUDEC racconta l’America e una delle sue icone artistiche più importanti del ventesimo secolo: Roy Lichtenstein, con la mostra Roy Lichtenstein. Multiple Visions.

In mostra oltre 80 opere tra prints, sculture, arazzi, un’ampia selezione di editions provenienti da prestigiosi musei, istituzioni e collezioni private europee e americane (tra cui la Roy Lichtenstein Foundation, la National Gallery of Art di Washington, il Walker Art Center di Minneapolis, la Ileana Sonnabend Collection, la Lilja Collection…), oltre a video e fotografie.

Roy Lichtenstein. Multiple Visions, curata da Gianni Mercurio e promossa dal Comune di Milano-Cultura e da 24 ORE Cultura-Gruppo 24 ORE, che ne è anche il produttore, presenta al visitatore un panorama di temi e di fasi artistiche affrontate dall’artista pop americano dagli anni ’50 fino agli anni ’90, fornendo un’ampia panoramica della sua produzione dal dopoguerra alla fine della guerra fredda: dalle culture ai paesaggi orientali, dalla donna ai nudi, dagli interiors alle nature morte fino all’astrazione, soffermandosi in particolare sull’evoluzione della forma di espressione artistica detta print making, tecnica che Lichtenstein studiò ed esercitò dall’inizio alla fine della sua carriera.

Il MUDEC, da sempre attento per vocazione ai diversi linguaggi artistici, ha voluto dare una sua impronta alla mostra leggendo l’opera di Lichtenstein e inserendola in un’ottica più ampia di cultura pop americana, allargando il concetto di etnografia che caratterizza la mission del museo fino a toccare l'antropologia della contemporaneità e del quotidiano. 
L’esposizione infatti rimanda concettualmente anche alla cultura materiale dei consumi di massa che Lichtenstein assorbì in cinquant’anni di produzione. Attraverso le "Multiple Visions" l’artista vive il sogno americano, interpreta gusti, stili di vita e valori della classe media americana creando icone “culturali” immediatamente riconoscibili perché oggetti-simbolo di massa (come ad esempio l’immagine dell’hot dog o della coca-cola) e generando percorsi concettuali che, dal boom economico degli anni ’50/’60 alla cultura consumistica e massmediatica degli anni ’80 e ’90 hanno contribuito a costruire l’identità sociale e culturale statunitense che tutto il mondo immediatamente riconosce.


PROSSIMO APPUNTAMENTO:

SABATO 15 GIUGNO 17:30 - iscrizioni entro il 1 GIUGNO

Prenotazione e preacquisto online obbligatori QUI


Visite guidate alla mostra

Scuole: costo visita guidata 60,00 € (special price) + biglietti di ingresso

Gruppi: costo visita guidata 90,00 € (special price) + biglietti di ingresso

Per info e prenotazioni: prenotazioni@admaiora.education | 02-39469837